La riflessione di oggi…

Una cosa che difficilmente si può capire è come faccia il governo ad avere così tante risorse da poter fare quello che sta facendo. Molti possono dire che se c’è un buon amministratore, come sembrerebbe essere Padoan in questo caso, i soldi si trovano. Ma chissà come mai è così forte il sospetto di lavorare, se così si può dire, in deficit.
Un particolare che ha caratterizzato i governi di Berlusconi è sempre stato il fatto che Tremonti non ha mai allargato i cordoni della borsa per permettere all’allora premier di fare quello che preferiva. Si spendeva quanto si poteva e li finiva tutto.
Oggi invece, magari leggermente sotto silenzio ammaliati da slide o diapositive dir si voglia, si spende e si spande alle volte con mire elettorali altre con mire previdenziali. C’è poi il fatto di incentivare il commercio, ma il discorso sarebbe lungo e quindi si imita dicendo che si può anche lasciar stare simili spese.
La domanda a questo punto è: fino a che punto i conti di Stato permetteranno una flessibilità di indebitamento simile? Perché è inutile che si nasconda la polvere sotto il tappeto così a lungo: ci stiamo sempre più indebitando. E la cosa grave è che non si sa per quale motivo ci si stia indebitando. Se veramente c’è la volontà di far ripartire il paese o solo di fargli vivere un sogno dorato da cui risvegliarsi in mezzo alla merda si presume essere l’unica conseguenza.

Annunci
La riflessione di oggi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...