La riflessione del giovedì

piantare-un-albero
Nel Bhutan si punta a preservare foreste per sempre

La curiosità è quanto impatto possano avere gesti come questi. Che hanno il sapore di una carnevalata anche se hanno una loro gravità e un loro peso.
Un altro Capo di Stato non potrebbe permettersi una promessa del genere, pena conseguenze per una eventuale rielezione o per il mandato in corso. Non c’è bisogno di andare troppo lontano per scomodare un Obama o un Cameron. Se Renzi dicesse di fare una cosa simile, subito le lobby più inquinanti o più cementificatrici gli farebbero una guerra spietata, senza quartiere.
Bisogna dirlo: l’ambientalismo non piace a nessuno. Il fatto di fare fatica perché la natura prosperi è il primo particolare che da fastidio. Perché l’uomo moderno già fa fatica a mantenere il proprio tenore di vita, cioè la sopravvivenza: chi glielo fa fare all’uomo di dover fare una doppia fatica per qualcosa che non gli appartiene?
Perché è questo il particolare che si sottovaluta.
La natura, differentemente, è qualcosa che ci appartiene. Noi siamo parte della natura. Lo siamo da sempre. Ma la vita umana, per come si è evoluta, lo fa dimenticare.
Forse l’azione del Re del Bhutan non avrà tanta eco. Ma anche solo un uomo in più che si mette ad essere ecocompatibile nella propria vita è un fantastico guadagno per il mondo. Si può anche dire per tutti.

Annunci
La riflessione del giovedì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...