L’editoriale del sabato

C’è Paolo Fresu che se ne gironzola per librerie e parla dei libri nello stile del “Sabbatico”. Oltre al filosofo Adriano Fabris, sempre nel video, che racconta di Twitter e della filosofia, ragionando intelligentemente, anche se a giudizio personale, di un social che ridisegna la comunicazione e per un certo aspetto porta ad un livello differente la partecipazione concettuale delle persone anche comuni. Anche quelle che leggono un libro all’anno, ma non si tolgono il piacere di dire la propria con la tastiera del cellulare.
Tutto questo per dire che si cerca una normalità al di fuori di una notte in bianco per il mondo del giornalismo che non ha risparmiato ogni singola parola scritta, tanto nelle agenzie quanto nei tweet, per raccontare al proprio pubblico la strage, se così la si può definire, che ha insanguinato Parigi.
Quello che però è strano è il fatto di non sentire una normalità. Detto semplicemente: non è che non è successo niente. E’ successo qualcosa di una certa gravità. Va bene nelle prime ore fare piazza pulita della classica programmazione televisiva. Ma non si potrebbe cercare di dare ad una cosa del genere un peso in rappresentazione adeguato?
Di certo Melloni avrebbe capito se il suo impegno di giornalista avrebbe visto la luce in un altro giorno. E soprattutto diventa difficile capire come mai su raiuno mettano Vespa in prima serata e su Mediaset il programma di punta del mattino “Forum” sia edito in forma registrata per poterlo interrompere più agevolmente, mentre invece si faccia del televisivamente consueto quando magari non sarebbe il momento.
Si ribadisce: non è sbagliato, ma poco coerente con il resto di quello che succede in generale.

Annunci
L’editoriale del sabato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...