L’editoriale del sabato

Nella domanda di lunedì ci si riferisce alla Grecia, con tutto il correlato di giudizi che si possono dare su eventuali politiche da adottare. Un po’ come quando gioca la nazionale ai mondiali e sono tutti Commissari tecnici quelli che guardano la partita alla televisione. Con poca consapevolezza, eventualmente, che la realtà sul campo è diversa in primo luogo, e poi letteralmente stressante fino al midollo.

La domanda però è abbastanza adattabile anche all’Italia, dove ancora c’è povertà percepita e pur se strillata una ripresa i miglioramenti stentano a farsi sentire. Si potrebbe fare una domanda diversa: che cosa bisogna fare per non finire nuovamente nella crisi? Magari ritornare ad essere quel paese risparmiatore di una volta che permette ad ogni singola famiglia di avere degli ammortizzatori che non siano di tipo statale ma privato, escludendo lo strozzinaggio.

C’è però da non far chiudere il circolo dell’economia, molto importante visto che un esercizio non campa di aria e deve pur vendere la sua merce. Verrebbe da dire ad un esercente che se si rende il prezzo a misura del portafogli della gente la merce si vende. Ma poi con le tasse come ci si mette? E allora qui una cosa importante: coniugare il risparmio alla spesa rendendo virtuosi eventuali spese di famiglia privilegiando i privati alle catene se si preferisce il km zero. Oppure, se a km zero, scegliere le grandi catene, dove una eventuale fidelizzazione può portare frutti al bilancio della famiglia.

Annunci
L’editoriale del sabato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...