La riflessione del giovedì

Il blog delle notizie oggi parla di un fatto gravissimo: c’è stata una sparatoria al tribunale di Milano. Ci sono scappati del morti. C’è il panico. La domanda, anche se non è il giorno della domanda, è questa: quale processo si voleva fermare? Perché se non di tipo giudiziario un processo lo si è voluto fermare. E sembrerebbe esserci riuscito, l’eventuale attentatore.

Per lo meno nell’informazione. Adesso la gente pensa che perfino nei tribunali non si è più al sicuro. Che le Forze dell’Ordine faticano perfino a stare dietro ad un metal detector, che sembrerebbe aver funzionato fino a prima dell’attentato. Adesso chi legge questa notizia, oltre a passare oltre perché c’è sempre al mondo una notizia più succulenta di quella prima, ha chiaro il fatto che non si può avere tranquillità perfino nella casa dove viene amministrata la giustizia.

La seconda domanda che verrebbe certamente in mente a chi legge la notizia è: e adesso dove succederà casino? Perché la paura alla fine è quella. E’ il fatto di non sapere cosa succederà domani. E per le Forze dell’Ordine, che sono sempre quelle maltrattate a volte loro malgrado, non è un buon punto di vantaggio: l’essere state incapaci di fare un loro eventuale lavoro le mette sempre più in secondo piano rispetto ai corpi di vigilanza privata che se il percorso è questo saranno sempre più presenti dove le Forze dell’Ordine falliscono.

Annunci
La riflessione del giovedì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...